17. feb, 2017

Benvenuta Domitilla

Non sono una mamma, non ho figli da mostrare, ne un pancione  tondo che sembra quasi perfetto, non ho foto con la didascalia “ il nostro primo Natale in tre “ , non ho foto del primo dentino , il suo primo bagnetto e tutte quelle foto che voi mamme mostrate fiere dei vostri amati figli. Io non ne ho nemmeno una e non è un problema…. Ma vorrei che chi legge questo post trovi il coraggio e la forza di guardare la copertina della mia nuova fiaba proprio come se fosse la foto di mio figlio, vorrei che poi, una volta comprata la mia fiaba ( la comprate vero?,)la leggeste come se stesse guardando le foto di mio figlio.

Perché è cosi, ci ho messo esattamente 5 mesi per crearla, l’idea l’avevo in mente ma poi quando l’ho buttata giù non mi piaceva e quindi scrivi, cancella, cancella e riscrivi fino a che stanca non l’ho accantonata da una parte. Una mattina poi ho avuto poi il coraggio di farla leggere ad una mia amica e insieme  abbiamo tolto il superfluo creando qualcosa che a me piace molto.

Ho cercato un illustratrice come si cerca un marito con cui appunto fare un figlio e finalmente l’ho trovata. Veronica è riuscita con i suoi disegni ad acquerello a donare alle illustrazioni chieste la delicatezza che volevo. Gli illustratori se riesci ad entrarci un sintonia mettono nero si bianco le tue idee e nel 99% dei casi sono proprio come le volevi tu.

Scrivere una fiaba è qualcosa che può sembrare semplice ma non lo è , perché ciò che scrivi all’inizio ti piace e poi ogni volta che lo leggi ti piace sempre meno e allora ricominci ma non è detto poi che si arrivi a mettere la parola fine. Alcune volte si lasciano idee incomplete, senti di tradire un qualcosa che vaga dentro di te senza riuscire a trovare via d’uscita….

Scrivere una fiaba è  pensare a  ciò che puoi lasciare nella mente e nel cuore dei bambini che la leggeranno. Questa mia nuova fiaba mi piace …. Mi piace perché parla della stagione che io amo di più al mondo che si ribellerà a delle regole ben precise creando un po' di caos.. come me del resto.

Ecco questa fiaba, come il più bello dei figli, assomiglia un po' a me.

 Ripeto non lo so cosa si prova ad essere in dolce attesa ma so cosa si prova a vedere ciò che hai voluto a tutti i costi, ciò che hai curato nel migliore dei modi  venire al mondo. Io oggi quando ho ritirato la prova stampa di questa fiaba  ho pensato che nonostante la faticaccia, nonostante il tempo speso avevo dato vita ad un qualcosa che mi  piaceva molto , un qualcosa che da “sognato” era diventavo  “ realtà” e mi sono emozionata

 Quindi amici miei vi annuncio che oggi 17 febbraio è venuta al mondo una nuova fiaba “DOMITILLA E GLI ALBERI DELLE STAGIONI”.

Presto vi svelerò altri dettagli…tenetevi pronti.