13. feb, 2017

16 anni fa...

San Valentino ne dobbiamo proprio parlare’?

Ho amato solo il primo . Ricordo i fiori, la cena a lume di candela, la mia incredulità perché ciò che avevo sempre sognato era realtà. Ricordo il mio vestito nero , le scarpe con il tacco e come regalo un bellissimo libro che custodisco gelosamente. Avevo esattamente 16 anni in meno di adesso e lui era il mio primo fidanzato, il fidanzato quello “ serio”, quello che chiamo “l’amore della mia vita”. (ps..in realtà ora lui sta con un’altra)

16 anni fa pensavo che l’amore era andare al mare la domenica mattina all’alba e andar via quando iniziava il vero caldo perché a lui piaceva cosi, 16 anni fa pensavo che le cabine del telefono erano cosi romantiche , erano il luogo dove ci si scambiava promesse anche se non ci si poteva baciare. All’epoca avevo una visione dell’amore non troppo reale e forse nemmeno troppo giusta. All’epoca il mio fidanzato era tutto ciò che volevo.

Poi crescendo e dopo un po' di delusioni ho capito che l’amore è una cosa che non si avvicina minimamente a ciò che credevo fosse 16 anni fa.

L’amore non è dire sempre “si” è dire anche “no” prendendosi le conseguenze , amore è saper discutere, mandarsi a fanculo ma trovare il coraggio di dormire insieme comunque. L’amore è COMPROMESSO… e niente più. L’amore è fidarsi senza troppe pippe mentali, l’amore è sapere che nessuno è perfetto ma che i difetti sono ciò per cui ,certe volte, una persona ci attrae più di un'altra.

E’ dura amare qualcuno, perché per quanto si vuole rimanere con i piedi per terra tutte noi vogliamo il finale da favola e non sempre “ la ciambella riesce con il buco”. E allora si deve ricominciare tutto da capo.

Ci sono stati momenti che questa ricorrenza mi metteva una tristezza pazzesca ,vedevo fidanzati ingegnarsi per regalare all’altro un qualcosa che lo avrebbe fatto sorridere, mi piaceva notare la cura con cui venivano fatti certi gesti e mi è capitato di invidiare chi a san valentino aveva qualcosa da aspettaere. Ora non più.

Ora mi rendo conto che tante persone stanno insieme perché si amano, si supportano e si sopportano ma che è comunque difficile, ora so che ci sono  tante persone che stanno insieme perché non hanno il coraggio di sfasciare tutto ciò che hanno costruito per non sentirsi dei falliti e quindi fingono di star bene cosi come stanno. Ora so che ci sono le persone come me che non si sono volute accontentare , che non sono volute scendere a compromessi e che a san valentino, circondate di cuori e cioccolatini,  potranno solo sperare che un giorno incontreranno la persona giusta, quella dei fiori, delle cene a lume di candela e del mare a mezzogiorno sotto il sole cocente di agosto.

 San Valentino è la festa che renderà felici chi starà vivendo il suo primo amore, è la festa delle coppie che si vivono da poco , è la festa che le fanciulle, in piena esplosione ormanale,  aspettano sperando che il regalo tanto atteso sia più bello di quello che riceverà la loro amica del cuore. E’ la festa che ci permette di trovare il coraggio di farci avanti con quel lui o quella lei che ci gira in testa e che vorremmo tanto stupire. Sarà la festa dei bambini che sicuramente porteranno un disegno con un  cuore alla loro maestra adorata o alla bimba del primo banco con i capelli più belli di Pocahontas. Sarà la festa dei cioccolatini comprati all’ultimo  minuto, sarà la festa che ci permetterà magari di cenare a lume di candela senza andare di corsa.. bevendo vino e mangiando sushi.

Per me come sarà quest’anno San Valentino ?  sarà un momento dove potrò  mangiare un tubo da 4 di baci perugina senza sentirmi in colpa, sperando sotto sotto di trovare un biglietto aereo, per due, destinazione sole, mare e capirosca. In fin dei conti sognare non costa nulla figurati nel giorno degli innamorati!