28. dic, 2016

Home sweet home

Gianni Rodari scrive cosi " Ci sono cose che si risolvono in casa. Ce ne sono altre, molte, moltissime, che bisogna risolvere, o almeno tentare di risolvere, lottare per risolvere,fuori casa. La porta di casa protegge, isola.Bisogna saper uscire.Bisogna lasciar entrare chi vuole.La gente ci guadagna , a conoscerla." Ecco l'altra sera per caso mi sono venute sotto gli occhi queste due righe e mentre ero sul divano mi sonpo guardata intorno dando uno sguardo alla mia casa.

Vivo da sola da ormai 6 anni, non è stata una scelta facile all'epoca mi sembrava una sconfitta. Ero una che sognava di uscire da casa di mamma e papà con il vestito bianco in una calda mattina d'estate ed invece.... era il 17 maggio quando in una giornata intera hanno dato vita alla mia casa montando i mobili prima e riempiendola di cose io dopo. Le prime sere non sono state facili,ma poi più il tempo passava e più mi ci trovavo bene. Assaporavo la sensazione di fare ciò che volevo, dormire come dico io " ad oltranza" ,mangiare ad orari sballati beatamente sul divano,tenere lo stereo acceso invece che la tv...insomma respiravo aria d'indipendenza.e da allora.... ancora sono qui.

La mia è una casa è una casa fredda d'inverno, ma calda e piena di sole d'estate.E' una casa nel centro storico di un paesino fermo al 1800. La condivido con la mia gatta e mi piace così. Pochi mobili giusto l'essenziale ma tutto ciò che c'è dentro è stato accuratamente scelto da me solamente.

E' una casa  frequentata da pochissime persone e chi ci è entrato lo ha sempre fatto in punta di piedi rispettando i miei spazi. E' una casa che è stata scenario di momenti brutti, di dichiarazioni brutte ma nonostante tutto mi ci sono rifugiata dentro ogni volta che la giungla che c'era fuori mi tradiva. E' un porto sicuro dove torno ,non sempre volentieri, e in un nano secondo mi sento bene. E' stata una casa protagonista di una convivenza piena di risate,pranzi, cene, ma anche di litigate e addi.... E' una casa che non mi delude mai e ogni qual volta il mondo mi vede protagonista di una " guerra" posso rientrare qui e sentirmi al sicuro.E' una casa che mi vede legata a lei da un filo sottilissimo che  mi lascia comunque andare e sentirmi a casa anche in posti diversi da questo. E' amore e odio, è pace ed testimonianza del fatto che ciò che sognavo non si è avverato. Ma sta sempre qui e anche quando la maledico non mi ha mai voltato le spalle facendomi sentire un'estrane. E' la mia casa , è la selta più coraggiosa che abbia fatto, la mantengo da sola e questo mi rende fiera di me, è ciò che sceglierei altre mille volte, è la testimonianza che la solitudine non sempre è dispiacere. E' quel qualcosa che non cambierei per niente al mondo ma che non avrei paura di lasciare per andare a vivere lontano perchè so che lei mi capirebbe. La mia casa è il mio scudo una volta dentro so che non potrà succedermi nulla che io non abbia deciso di far succedere e questa mi sembra una conquista che vale tutti i soldi dell'affitto!