Vera la mongolfiera

La prossima volta che mi chiederanno di parlare di libertà credo che disegnero' Vera la mongolfiera.
Credo che la prossima volta che mi chiederanno un racconto sull'amicizia e sul coraggio racconterò di Vera la mongolfiera.
La prossima volta che mi chiederanno un racconto emozionante per piccoli sicuramente citerò Vera la mongolfiera.
Si perché questo racconto (dai 6 anni fino ai 99) edito da @glifoedizioni è un mix perfetto di tutte quelle emozioni che spesso ci troviamo a vivere: coraggio, paura, voglia di fare e di scoprire, l'amicizia quella vera che non ti fa mai sentire sola.
È la storia di Thomas e della sua mongolfiera, costruita dal nonno, Vera. Una mongolfiera un po' strana visto che non aveva mai provato a volare aveva troppa paura. Ma si sa alcune volte per superare le paure abbiamo solo bisogno di un po' di coraggio e di qualcuno che creda in noi più di noi stessi. Così una mattina Vera, con una folata di vento, viene catapultata nel cielo ritrovandosi nella foresta Amazzonica. Qui troverà tanti amici pronti a regalarle una piccola " spinta" per tornare in cielo e VOLARE... sola senza vento per far ritorno a casa.
Una bel messaggio di incoraggiamento e di fiducia in noi stessi.

Un bel messaggio per far sapere a tutti quanto possa essere importante infondere fiducia nelle proprie capacità a chi pensa di non essere forte. 

Un racconto che mi ha fatto venire in mente tutte le volte che cerco di spronare i miei bimbi all'asilo nel fare, sempre. Nel non rimanere mai fermi nello stesso punto. Mi ha fatto venire in mente la prima volta che ho preso l'aereo da sola:quanta paura, quanto fiato sospeso ma ricordo di essermi sentita così forte, tanto forte da non smettere più. 

Questa mongolfiere ci da una bellissima lezione di vita, cercare sempre di sopravvivere ai piccoli imprevisti che la vita ci mette davanti. Ci insegna a scegliere con cura le persone di cui circondarsi. Ma ci insegna soprattutto l'amicizia quella vera, che sa aiutare ma anche aspettare e rispettare il tempo dell'altro. ❤️

ETÀ DAI 6 ANNI

Pussy cat

Today is the day.
È Si oggi vi porto a conoscere grazie a @shhh_itsreadingtime e @usborne_books un libricino in inglese che ci teletrasporto direttamente a New York. È già il nostro amico gattino, ci mostra i monumenti più importanti della città, e anche alcuni usi e costumi degli americani per eccellenza.
Dalla grande stazione centrale, passando per Central Park dove è possibile fare un sacco di attività. E poi ancora i taxi gialli chi non ha sognato almeno una volta di salirci su.
Io L'ho trovato veramente molto carino, super colorato con un livello di inglese comprensibile a tutti.
Una piccola curiosità la storia di questo libro è ispirata ad un libro classico inglese scritto in rime pubblicato nel 1805.
Veramente originale.
E voi siete stati a New York o come me la state ancora sognando?

I gesti gentili ci cambiano le giornate. La gentilezza è fatta di parole ma soprattutto di gesti, di accortezze che i nostri piccoli devono imparare. E sapete quale è il segreto per far imparare loro cos'è la gentilezza? Essere gentili noi grandi, esserlo con loro, con le loro maestre, con i loro amici. Dobbiamo imparare ad essere gentili per primo noi grandi... I piccoli hanno 'solo' bisogno di un buon esempio.
È un albo illustrato che ha 36 illustrazioni diverse, ognuna riguardante un atto gentile, gentilmente regalate da 36 illustratori che hanno decido di partecipare alla realizzazione di questo albo illustrato.
Un albo illustrato che sostiene un associazione THREE PEAS che offre aiuto alle persone in fuga dal proprio paese. Un associazione creata da un gruppo di amiche proveniente da 6 paesi diversi.
Leggetelo e riflettiamo su quanto poco ci vuole per fare la differenza nella nostra società.

ETÀ 3 ANNI 

Il mio cuore

Stamattina mi sono specchiata e ho chiesto al mio cuore come stava, non mi ha risposto.
Ho preso allora in mano questo albo illustrato mi sono messa faccia al sole e lho riletto.
In questo albo illustrato ci sono i cuori di tutti, in questo albo illustrato troviamo gli infiniti modi in cui il nostro cuore può battere.
Può essere pronto a correre felice, può essere chiuso, indispettito. Un cuore può essere pronto a tutto o gonfio di tristezza come le nuvole prima della pioggia.
Il cuore che alcune volte perde la speranza altre, batte sottovoce ma c'è.
Ecco mettiamoci sempre il cuore in qualunque cosa facciamo, in qualunque desiderio cerchiamo di realizzare. Diamo sempre spazio a tutte le emozioni che proviamo senza averne mai paura.
Ho letto questo libro anche qualche mese fa e il contrasto dei colori non mi aveva convinto molto. Oggi invece trovo che quel GIALLO sia l'unico colore adatto a questo albo illustrato. Giallo cone il sole che scalda fa crescere ci mette il buon umore.
Ho chiesto ancora al mio cuore come stava, questa volta mi ha risposto che potevo solo sopportare il nero se avrei voluto poi godere del giallo...
Portiamo pazienza
Marzo2020

ETÀ DAI 6 ANNI

Petra

'GRASSO È BELLO RIPETAVA MAMMA ELEFANTE. MA A PETRA NON PIACEVA L'IMMAGINE CHE LO SPECCHIO LE RESTITUIVA. VOLEVA ESSERE ALTA, SNELLA ED ELEGANTE. SAREBBE STATA PRONTA A SMUOVERE MARI E MONTI PER DIVENTARLO FINO A QUANDO NON CONOSCE FORTUNATO.
Petra è una giovane elefantessa che, come capita spesso anche a noi, sogna un corpo diverso e prova in tutti i modi ad averlo. Prova metodi a dir poco innaturali pur di diventare piu magra. Ma nulla questi metodi funziona e così Petra decide di partire per un viaggio che le farà capire attraverso varie avventure l'importanza di accettarsi così 'TONDA'. Un viaggio che le farà conoscere Fortunato che con il suo sorriso le 'FACEVA SOLLETICO AL CUORE'.
Un albo importante da leggere soprattutto nelle scuole per far capire a tutti l'importanza di imparare ad essere noi stessi anche se la società in cui viviamo continua a mostrarci modelli che non sempre sono vicini al nostro essere.
Dobbiamo imparare ad apprezzare chi non ci chiede di cambiare il nostro io sia quello interiore sia quello esteriore.
Io l'ho trovato cosi tenero, così dolce. Le illustrazioni raccontano in modo impeccabile la vita di questa elefantessa con tanti pensieri non sempre positivi. Ma l'amore si sa, alcune volte, riesce ad andare oltre una taglia 'over size'

ETÀ 4 ANNI

Il cuore in bottiglia

Un bellissimo albo illustrato che tratta un tema delicato e lo fa senza mai pronunciare parole forti ma lo fa ' semplicemente' facendo parlare le illustrazioni.
Infatti nelle prime pagine troviamo una sedia con un uomo seduto che ha in mano dei libri ed una bimba sorridente davanti che ascolta incuriosita ciò che l'uomo legge. Dopo di che si vedrà quella stessa sedia vuota e davanti la bambina triste, talmente triste che perderà sempre di più la curiosità verso il mondo esterno, tanto da riporre il suo cuore dentro una bottiglia di vetro come se volesse metterlo al sicuro, al riparo.
Quel cuore che però poi le mancherà, quel cuore che con il passare del tempo si renderà conto essere scomodo da portare dentro una bottiglia.
Un finale che riscalda il cuore e che ci fa pensare che per quanto la vita possa essere crudele alcune volte, per chi rimane su questo mondo, l'unica via di uscita è continuare a guardare il mondo con gli stessi occhi con la stessa curiosità.
Che sia un lutto, che sia un abbandono non c'è differenza il dolore che si prova è talmente forte da annebbiare tutto il resto, da farci credere che l'unica soluzione per sopravvivere è mettere il cuore a riparo.
Si, potrebbe essere una soluzione plausibile ma sarebbe vivere? Si vive solo con il cuore che ci batte forte dentro, si vive soltanto seguendo il battito forte di quel cuore. Si vive guardando il mondo come lo farebbe un bambino, si vive trovando il coraggio e la forza di lasciarsi trasportare, incuriosire.
Allora mettiamocelo questo cuore in una bottiglia di vetro, ma ricordiamoci anche di avere rispetto per la vita perché abbiamo solo questa.
Ci vuole forza e coraggio e tutto il cuore che abbiamo.

ETÀ DAI 6 ANNI

La storia del leone che non sapeva scrivere

Romanticoni all'ascolto prendete appunti. Questo albo illustrato così romantico è adatto a voi e a tutti quelli che ce la stanno mettendo tutta per il gran FINALE.
(VISSERO FELICI E CONTENTI)
È la storia di un leone che un giorno, girando nella savana, nota seduta su un ramo una leonessa, una leonessa che leggeva.
Pensò fosse giusto allora scriverle subito una lettera ma purtroppo lui non sapeva scrivere.
Iniziò a chiedere aiuto ai suoi amici animali, ma ognuno di loro scriveva ciò che volevano loro e no ciò che diceva il leone
All'ennesimo tentativo fallito il leone iniziò a piangere urlando, in realtà ruggiva, tutte le parole belle che avrebbe voluto dire alla sua amata. La leonessa senti quelle parole e si innamorò perdutamente di quel leone che, solo in un secondo momento, confessò alla leonessa che non sapeva scrivere. Ma , pensò la leonessa, sarebbe stato ugualmente capace ad amarla.
L'amore imperfetto credo sia quello più autentico!

ETÀ DAI 3 ANNI

Grande come il mare

Esiste un bene più grande e incondizionato di quello dei nonni? Non credo.
Credo che loro siano persone alla quale purtroppo dedichiamo poco tempo sbagliando.
Quando ho letto questo albo illustrato edito da @terredimezzo una lacrima ha rigato il mio viso ricordando il mio amato nonno che adorava il mare.
Questa è la storia di Ali che con caparbietà e tanto coraggio decide di realizzare il desiderio della sua cara bisnonna e cioè vedere il mare.
Sapete come farà? Camminera per tre giorni all'andata e tre giorni al ritorno portando il mare in un secchiello. Ma al suo arrivo dalla bisnonna il mare sarà evaporato tranne UNA GOCCIA.
È sarà proprio quella goccia che farà sorridere di gioia la bisnonna di Ali felice di aver avuto un nipotino disposto a tutto pur di vederla felice.
Dovremmo imparare tutti da Ali a voler bene ai nostri nonni quando sono vivi, quando abbiamo la fortuna di poter godere dei loro sorrisi e delle loro mani che ci accarezzano. Dei loro occhi che guardandoci già sanno che non potranno vederci crescere come veramente vorrebbero perché il ciclo della vita li vedrà andar via prima del dovuto.
È un albo illustrato emozionante almeno per me.
Spero di essere stata per i miei nonni un po' come Ali, una nipote disposta a tutto ma so perfettamente che i miei nonni sono stati gentili e premurosi come la bisnonna di Ali pronta a gioire di una GOCCIA DI MARE frutto del bene del suo nipotino.
Baciateli forte oggi, domani, dopodomani fino a che avrete la fortuna di farlo.

ETÀ DAI 4 ANNI

Le cose che oassano

La vita è fatta così di cose che accadono, per nostro volere o no, che provocano comunque un qualcosa e quel qualcosa poi genera ogni volta una persona nuova.
Ma c'è un qualcosa che non muta mai che non finirà mai ed è l'amore di una mamma. L'amore della mamma che è a prescindere, che è un qualcosa che rimane impeccabile dall'inizio alla fine.
Questo bellissimo albo illustrato ci racconta proprio del continuo mutamento della vita ma ci racconta anche della bellezza della felicità che possiamo provare stando tra le braccia della nostra mamma.
I genitori dovrebbero essere il vero punto di forza, i genitori dovrebbero essere sempre la tana dove rifugiarsi ma no soltanto quando siamo piccoli ma sempre.
@beatricealemagna ci regala una meraviglia, ci regala un originalissimo albo illustrato che ci racconta di quanto tutto sia giustamente e per fortuna in uba continua mutazione, tutto tranne il bene di una mamma.
È questa la vera fortuna avere sempre qualcuno che ci vuole veramente bene accanto, vicino a noi qualcuno pronti ad abbracciarci, a prendersi cura di noi mentre viviamo, sbagliamo ci rialziamo. Avere qualcuno che ci ama... È questo il segreto per una vita serena.

Hugo

LASCIAR ANDARE senza timore di star male, senza timore del vuoto che lascia ciò che ci abbandona. Lasciar andar e pensare di far tesoro del tempo passato insieme a ciò che ci ha fatto battere il cuore, che ci ha fatto compagnia riempito le giornate.
Lasciar andare e accettare il fatto no come una sconfitta ma come un punto di forza, lasciar andare anche se alcune volte è il destino che decide per noi.
Questo bellissimo albo illustrato di @kite_edizioni edizioni racconta la storia di un formichiere e della sua dolce metà al quale il caso affida un seme. Il loro amore per le piante li porterà a prendersi cura di lui. Quel seme diventerà pianta una pianta piena di fiori che però una mattina I due troveranno a terra senza più fiori. La terra infatti le impediva di crescere e allora i due formichieri decisero di spostarla ma durante lo spostamento la pianta iniziò a volar via. Cercarono di trattenerla ma nulla, l'unica cosa da fare era LASCIARLA ANDARE.
L'unica cosa da fare quando qualcuno vuole andare è lasciarlo andare.
Tornerete a sorridere!

ETÀ DAI 5 ANNI

Legami

Pronti a salire sul tram e vedere la città ? E si perché questo albo illustrato edito da @lavieri_edizioni ci racconterà, attraverso gli occhi di un tram, la città. Ci racconterà la città come un piccolo mondo pieno di persone perse nelle loro vite, un luogo pieno di rumore. La città percorsa in lungo e in largo da tram che spesso inconsapevolmente si perdono in essa. Un tram come una persona che ci racconta cosa vede nei suoi interminabili viaggi, i discorsi ascoltati delle persone sedute mentre vanno a lavoro, le vetrine dei negozi. Un tram che non si stanca mai però di viaggiare.
Ho avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con @biciclila che mi ha raccontato quanto ricerca avesse fatto prima di addentrarsi in questa avventura. Lei è l'lillustratore dell'albo@albertocasagrande spesso si sono ritrovati a prendere il tram insieme e da lì hanno creato una storia. Una storia un po' difficile da buttar giù ma che io personalmente ho trovato molto originale. È il loro primo libro sperò abbiano preso il tram giusto che li porti lontano dove i sogni si avverano.
@albecasagrande adoro il tuo tram giallo che mi fa tornare in mente quello con cui mi sono persa in una splendida Lisbona.
Si viaggiare anche se fosse 'solo' in un tram.

ETÀ DAI 3 ANNI

Tram 21

Antonio un bimbo che trascina senza un apparente perchè il suo pentolino. fino a che un bel giono quel pentolino gli finisce in testa e per Antonino la vita si fa difficile ma a tratti anche più facile. M aincontrerà nel suo cammino una persona che gli farà capire che per tornare a sorridere deve farsi aiutare a togliere quel pentolino.

Un racconto capolavoro per sottolineare  il fatto che farsi aiutare è il primo passo verso la felicità.

ETA'CONSIGLIATA 3 ANNI

Polline

Una donna e l'amore per le sue piante, piante di cui si prende cura e dalla quale nasceranno fiori bianchi bellissimi. Ma con il passar del tempo questi fiori moriranno e lei no li vedrà piu nascere nel suo giardino ma in quello del suo vicino.

Una albo per raccontare l'importanza dell'amore ma anche di quanto può essere instabile fuggitivo e prorpuo per questo motivo va coltivato e difeso finchè c'è.

ETA' CONSIGLIATA 6 ANNI

Un silenzio oerfetto

"QUANDO IL GIORNO DOPO SI SVEGLIO' ,IL GRILLO SI GUARDO' INTORNO , SI ALZO' DA LETTO FECE DUE PASSI E SI ACCORSE DI ESSERE ANCORA PIENO DI PACE,ANCHE SE IL SILENZIO SE NE ERA ANDATO. ALLORA PENSO' CHE FORSE IN QUEL PUNTO IN ALTO A SISìNOSTRA DEL TORACE ,LA PACE DOVEVA ESSERSI TROVATA BENEFORSE, PENSO', PER UN PO' SAREBBE PURE RIMASTA"

Tratto dall'albo illustrato UN SILENZIO PERFETTO edito da  TOPOPITTORI

 

Il silenzio...

Spesso spaventa ed invece non sappiamo che potrebbe essere fonte di benessere.

Il silenzio che spesso viene percepito come un atto da vigliacchi o da poco coraggiosi può invece , a mio parere, essere assolutamente un atto di puro coraggio e di elevata intelligenza.

Il silenzio che è difficile da trovare porta spesso dietro di se un senso di pienezza che ci distoglie dalla mancanza di qualcosa o di qualcuno.

Il silenzio che se lasciato stare , se accolto nel giusto modo può portare una visione totalmente diversa del mondo e delle perasone che ci circondano. Il silenzio che spesso quando si percepisce o lo si nota tra due persone può essere scambiato per poca complicità o per vuoto ma io credo che invece sia esattamente il contrario. Due persone che riescono a stare insieme stando in silenzio hanno raggiunto il picco massimo di complicità, perchè non hanno bisogno di riempire quel silenzio con qualcosa di futile.

Il silenzio che io continuo a non capire o forse non accettare quando mi viene dato in risposta a qualcosa, è la risposta più giusta che invece mi si può dare.Il silenzio che spesso significa rispetto quando invece noi lo consideriamo,sbagliando, indifferenza.

Il silenzio che non abbiamo mai il coraggio di vivere fino in fondo perchè spaventati da ciò che può far nascere dentro di noi è spesso piu potente di un rumore che sovrasta i pensieri.

Il silenzio se solo sapessimo capire quanto bisogno ne abbamo per stare bene con noi stessi, se solo riuscissimo a percepire quanti benefice può portare se accolto come si deve.Il silenzio che rincorriamo quando sentiamo di stare per scoppiare ma a volte cosi difficile da raggiungere,  cosi lontano cosi assente solo perchè occupato a dare quiete a chi ne ha piu bisogno.

Quando ho letto questo albo illustrato ho pensato a tutto il tempo che ho sprecato cercando di non avere silenzio intorno a me, ma mi ha fatto pensare anche a quanto invece ora amo il silenzio dentro la mia casa, o nei miei viaggi o nelle giornate dedicate a me.

Il silenzio quel suono che da PACE e che spesso se riesce ad arrivare nella parte in alto a sinistra del nostro torace può creare dipendenza.

Provare per credere.

ETA' DAI 6 ANNI

Lentiggine

Lentiggini , protagonista di questo albo illustrato ha in testa sempre la stessa domanda: perchè dicono che esistono cose da maschi e cose da femmine? Chi è che stabilisce cosa è da maschio e casa da femmina?. Naturalmente Lentiggini non avrà risposta a questa domanda ma perchè forse poi risposta non c'è.

A me a fatto molto riflettere perchè purtroppo viviamo in una società che ci "costringe " a vivere in un mondo diviso tra ciò che è da maschi da quello che è da femma, Una società che vuole toglierci il gusto di scegliere noi cosa indossare, con cosa giocare senza aver timore di essere giudicati "pazzi " . Un albo illustrato questo che esce ancora una volta un pò dai soliti schemi, ma che ci mette davanti una verità assoluta e ciò che bisogna lasciar i bambini , soprattutto loro, liberi di comportarsi, vestirsi, giocare come vogliono e a noi non ci resta che imparare ad accettare se ciò che loro scelgono è in contrasto con ciò che avremmo scelto noi per loro.

ETA' dai 4 anni

Evviva le unghie colorate

Marco , un bimbo che ama colorare le sue unghie una mattina decide di andare a scuola proprio con le sue unghi di mille colori. Una volta notato dai suoi compagni subito viene deriso e accusato di esse una "femmina". Marco trist torna a casa e dicide che continuerà a colorare le sue unghie sempre e solo quando starà fuori dalla scuola, anche se questo lo rende triste. Talmente triste che decide di raccontare tutto ai suoi genitori.Le cose presto cambieranno perchè Marco troverà nel suo papà un fantastico alleato.

Un albo illustrato sull'importanza della diversità e del rispetto dell'altro.

ETA' DAI 3 ANNI

Il mio grande orso, piccolo orso ed io

La bambina protagonista di questo albo illustrato vuole raccontarci la bellezza nel poter condividere la sua vita con due orsi ognuno dei quali regala lei emozioni e momenti belli spesso anche da vivere insieme.

L'orso piccolo cosi tenero  che le fa conoscere tento amici e loros grande che la protegge e non le fa sentire freddo. L'orso piccolo e l'osro grande....il suo papà.

ETA' DAI 3 ANNI

Prima di dormire

io non voglio stare sempre senza te"
"Rosso, non possiamo fare sempre quello che vogliamo. Ti prometto però che appena sarà possibile staremo di nuovo insieme"

Quante volte, vivendo un rapporto, avremmo voluto  fermare il tempo per fare in modo che tutto restasse bello, perfetto?
Quante volte, vivendo un rapporto avremmo voluto trovare una soluzione per stare 'sempre con te' ma non è stato possibile?.
Sicuramente ci siamo ritrovati in queste situazioni decine di volte e purtroppo proprio come dice Rosso Bel Pelo non sempre il desiderio di stare insieme può essere realizzato.
Rosso Bel Pelo e Quik due amici che amano stare insieme ma che purtroppo, quando arriva l'inverno, sono costretti a separarsi.Rosso Bel Pelo vive con tristezza questo distacco mentre Quik più razionale, sa che il suo essere un ghiro lo porterà ad addormentarsi a lungo ma questo non gli impedirà di voler bene al suo amico Rosso.

Leggendolo mi sono ritrovata a riflettere su quante volte nella mia vita mi sono trovata ad aspettare che passasse " L'inverno" per poter riabbracciare la persona amata, ho pensato a quanto può essere tormento l'attesa. L'attesa quando il tempo non passa mai, quando nulla ti distrae, quando tu hai la smania ma il tempo non è dalla tua parte. Qundo tu vorresti che il tempo passato  insieme non finisse mai e invece il tempo corre, solo in quel caso veloce. Si  accumolano ricordi, momenti, odori  immagini. Si fa scorta un pò come il ghiro con il cibo, si fa scorta per fare in modo che quel distacco sia meno doloroso. 

Mi sono ritrovata a pensare, proprio come fa Rosso Bel Pelo, a mille idee per accorciare le distanze fisiche e temporali ma non sempre è possibile. Alcune volte quelle distanze non si possono accorciare, alcune volte l'inverno arriva e basta.

O peggio ancora può succedere che passato 'L'inverno ' la persona che abbiamo tanto aspettato, desiderato non è più bella come l'abbiamo immaginta. E si pensa allora al tempo " perso" ma vi assicuro che non è perso, è solo stato investito male. 

L'amore, l'amicizia sono sentimenti che vanno coltivati nel presente, vanno coltivati con la presenza altrimenti si rischia di perdersi, si rischia di far tramontare il sole troppo presto.

E in tutto questo aspettarsi, desiderarsi dobbiamo metterci in conto che non tutto è salvabile. 

Ecco questo  albo illustrato racconta il nostro essere impotenti davanti a certe situazioni, racconta che a volte il bene che si prova non basta per stare insieme.
È un racconto poetico, malinconico, di rassegnazione ma anche di speranza.
Le illustrazioni sul tono del grigio così maledettamente curate nei minimi dettagli raccontano lo stato d'animo dei due amici, due amici che però impareranno l'importanza di godere del presente, del momento che si sta vivendo. Due amici che rassegnati alla separazione decideranno di dormire insieme condividendo il distacco ma rimanendo sempre e comunque vicini.
Insegniamo ai bambini che l'unico reale modo per essere felici è godere del tempo che abbiamo, perché purtroppo nulla dura per sempre. Spieghiamo ai bambini che non è possibile sempre TRATTENERE qualcuno nelka nostra vita ma che il bello è anche LASCIARO ANDARE per poi provare la bellezza del ritrovarsi nonostante tutto.
L'inverno prima o poi finirà e sarà bellissimo allora TORNARE A STARE INSIEME.

L'amore affinchè funzioni ha bisogno di persone disposte a tutto,a tanto pur di stare insieme, l'amore per funzionare ha bisogno di promesse mantenute e sacrifici, di abbracci risate e contatto fisico. l'amore affinchè funzioni ha bisogna spesso però anche di tanta fortuna.
Vi auguro di trovare il coraggio di aspettare la primavera senza farvi logorare dal tempo, dall'assenza e dai ricordi perchè se è amore, a primavera, qualcosa di buono sicuro succederà. 

 
 ETA' DAI 6 ANNI

 

 

Quanto è piccolo il mondo

È la storia di un gigante, un gigante che ama viaggiare e lo fa a piedi scalzi. Non è facile viaggiare per un gigante perché il mondo, che a noi ci sembra così grande, per lui non lo è...
Per lui è facile trovarsi con un piede nei viali di Amsterdam e nell'altro un quelli di Venezia. Senza parlare delle vesciche e del pericolo di schiacciare la Tour Eiffel. Insomma un andare non sempre facile. Un giorno però incontra un altro gigante come lui che aveva ai piedi degli scarponi e raccontava in piena tranquillità il suo viaggiare senza 'intoppi'. Il gigante scalzo allora prova anche lui a mettere gli scarponi e inizia a viaggiare... Ma sente che qualcosa è cambiato nel suo viaggiare. Infatti non prova più tutte le belle emozioni che provava prima camminando scalzo,. Emozioni che prima erano solo un qualcosa di cui lamentarsi.
Non vi svelo il finale ma vi voglio ricordare la bellezza di camminare in giro per il mondo solo con le proprie scarpe, solo con la propria testa.
I consigli vanno ascoltato certo, alcune volte messi anche in pratica ma sole se ci fanno rimanere fedeli a noi stessi.
Un testo, scritto in maiuscolo, da @ange.moz e delle illustrazioni pazzesche di @illiland rendono questo albo edito da @vvedizioni un albo da tenere sempre lì in bella vista
Buon viaggio.

ETA' DAI 3 ANNI

L'ascensore

In questi giorni di noia, dove siamo costretti a stare un po' a casa vi voglio raccontare questo albo illustrato.
Un racconto che si sfoglia in verticale, proprio come se stessimo salendo in ascensore.
La protagonista è Iris una bimba che in una giornata d'estate decide di salire i piani del palazzo e incontrare i suoi familiari: nonno, zio, mamma.
Iris decide che da quell'incontro porterà con sé qualcosa per non dimenticare il momento o forse più semplicemente per arricchire, rendere vero quel momento quando lo ricorderà.
È un continuo salire, entrare in un appartamento vivere un'esperienza con le persone che lo abitano, decidere di portare via qualcosa e andar via pronta per salire ancora più in alto.
Dove arriverà vi starete chiedendo? Be naturalmente non vi svelo il finale ma vi invito a leggerlo e riflettere un po'.
Perché quando io l'ho letto insieme ai miei nipoti abbiamo riflettuto un po' facendo riferimento alla vita che viviamo facendo finta che fosse lascensore. Un piccolo ascensore che mano a mano che cresciamo sale di qualche piano, mano a mano che sale ci porta su un pianerottolo nuovo dove troviamo porte che si aprono e che ci regalano momenti dove si impara qualcosa o più semplicemente si vivono esperienze che ci aiutano a crescere.
La nostra vita è come quella di Iris è come ce la racconta @iguana_dan un ascensore che ci porterà ad avere ciò che vogliamo, l'importante è avere il coraggio di salire, vivere, salire ancora senza paura dell'altezza ma con la voglia di arrivare all'ultimo piano.
@oliamuza ci regala illustrazioni dettagliate che sembrano farci stare in una nuovola piena di fantasia.
@vvedizioni ancora una volta va premiato il coraggio di editare un libro particolare unico nel suo genere❤️.
Siete pronti?
Io salgo al piano successivo.

ETA' DAI 8 ANNI