3. mag, 2020

Era l'anno 2020

DOMANI 4 MAGGIO 2020

FASE 2

Ma torniamo indietro a 59 giorni fa quando stavo per finire il turno a scuola e girava nell’aria qualcosa di incredibile.

Un virus si stava impossessando della nostra libertà, della nostra salute.

Era il 4 marzo e nessun di noi avrebbe immaginato cosa stava per succedere.

Il mondo stava per fermarsi.

Le scuole, le fabbriche, i negozi.

Le frontiere, gli aeroporti, la Sardegna , la Sicilia.

L’Italia intera.

Tutti fermi nessuno escluso, solo MEDICI , CASSIERI , FARMACISTI non hanno potuto scegliere ,mettendo in pericolo la loro vita per proteggere la nostra , hanno continuato a lavorare.

EMERGENZA SANITARIA passano i giorni PANDEMIA

Le dirette del capo del Governo, il numero dei morti, i contagi.

Bergamo al collasso.

Milano crea terapie intensive per aiutare gli ospedali limitrofi che stanno scoppiando di gente che muore.

La gente ne morirà tanta in alcuni casi anche MILLE AL GIORNO…

Si MILLE AL GIORNO !

Un momento storico che ricorderemo per sempre.

Come ci ricorderemo per sempre il non poter vedere i nostri genitori, ricorderemo per sempre gli abbracci che abbiamo dovuto ingoiare, i baci lasciati sospesi. E’ stato un momento dove tutto era fermo, dove non si poteva costruire nulla dove tutto ciò che pensavi era sopravvivere e sperare che nessuna persona cara venisse a contatto con questo virus…

59 giorni così Immaginando cio che non abbiamo potuto vivere , immaginando ciò che poteva essere ed invece non è stato.

59 giorni di incredulità, di pizza sfornata a casa , di ginnastica fatta per rimanere in forma. Di mani lavate, di mancanze, di lamentele perché stare chiusi in casa contro la propria volontà non piace a nessuno.

59 giorni dove alcune volte abbiamo perso la pazienza, dove siamo stati spesso messi a dura prova ma mai, e non mi stancherò mai di dirlo, come le persone che hanno continuato a lavorare.

59 giorni pieni solo di “mi manchi” di !non preoccuparti stiamo tutti bene” di “ come si potrà tornare a viaggiare ti raggiungerò”.

59 giorni di video chiamate, di aperitivi fatti al telefono con chi nonostante tutto è riuscito a starti accanto.

Chi si è perso? Evidentemente camminava in una strada diversa. È nella salita che si vede chi è disposto a rimanerti accanto.

E domani?

Domani dopo 59 giorni potremo rivedere i nostri genitori, i nostri fidanzati, potremo mettere piede fuori casa con Mascherine che nel frattempo sono diventate le nostre migliori amiche.

Le mascherine per proteggere gli altri NEL DUBBIO noi fossimo affetti ma ASINTOMATICI.

Domani alcune serrande si rialzeranno, le macchine nelle fabbriche ricominceranno a produrre, le casse dello stato spero inizino ad erogare ciò che ci spetta per diritto ma che ancora non ci è arrivato

Domani 4 maggio non torneremo ancora alla vita normale ma possiamo provare a rimettere in moto anche la macchina dei nostri sogni.

Sogno Leonardo e Lorenzo , la caciara del pranzo tutti insieme.

Sogno una carta d’imbarco , l’aereo la Sardegna.

Sogno il mare, lo spritz la pelle abbronzata e i tatuaggi in bella vista.

Sogno la possibilità di tornare a sognare, sogno di potermi muovere verso quella strada che mi porterà dove voglio, dove immagino essere tutto come speravo.

Domani 4 maggio saremo ancora in uno stato di Pandemia Mondiale ma da qualche parte dovevamo pur ricominciare.

Domani lo faremo…

Tornando a correre verso l'estate OVVIO