13. ott, 2018

Buon compleanno blog

Facebook mi ricorda che ben due anni fa ho aperto questo blog. Mi ricorda che lo presentavo come un qualcosa di cui mi sarei presa cura e lo avrei fatto con  amore proprio come si fa con un figlio, o il nostro adorato animale domestico , o con il marito o compagno di turno quello per la vita. Stamattina mentre bevevo caffè  nel silenzio di casa mia ho pensato se avevo mantenuto la promessa fatta e la risposta è stata NI

Si lo so Ni non significa molto anzi NI è un qualcosa che va verso il no piuttosto che il si e devo ammettere che mi sono sentita un po' sconfitta. Perché in realtà i piani erano altri. I piani erano riuscire a scrivere un post ogni 3 settimane, parlarvi delle mie fiabe, aggiornare costantemente la sezione LIBRI SCELTI DA ME con le relative case editrici ma non ce l’ho fatta.

Perché? Semplice perché all’inizio è tutto fattibile, all’inizio c’è l’entusiasmo , all’inizio ti vengono in testa mille idee e tu pensi di farcela veramente ma poi ecco che cominciano ad arrivare i primi contrattempi perché magari il periodo che vivi è pieno di cose non tanto belle. Allora decidi di non scrivere nulla per non far diventare triste chi ti dedica il suo tempo leggendoti. Oppure cerchi di riorganizzare la tua vita sentimentale e allora invece di stare al pc a prenderti cura del tuo blog decidi di prendere un treno e raggiungere la città del tuo lui e passare con lui il tuo tempo libero.  A si poi nel frattempo decidi di scrivere un libro per bambini. Trovi una casa editrice che lo pubblica e tu sei felice. Scrivi anche un post nel blog per celebrare l’evento ma poi per far pubblicità al libro e per far conoscere un po' il tuo progetto accantoni ancora una volta il blog. E poi vai in vacanza, poi c’è Natale , Capodanno, la Befana e poi ancora Pasqua…. Tu vivi e il blog un po' si impoverisce o meglio passa semplicemente in secondo piano.  Ma a distanza di due anni posso dire che va bene così. La vita se si ha voglia come me di raccontarla va vissuta, la vita per poterla assaporare come merita bisogna dedicarle tempo, tempo senza telefono, tablet, pc, foto, post storie, stati whataspp. La vita per poterla poi raccontare su un blog bisogna riempirla di emozioni belle? Brutte? Non importa l’importante è che siano vissute al 100%, elaborate e poi perché no raccontate. Mi sono riletta i miei post e tutto ciò che ho scritto fino ad ora lo riscriverei mille volte, alcune cose mi piacciono altre mi sembra di essermi spogliata troppo non portando rispetto alle persone di cui raccontavo (tanto non lo sapranno mai che ho scritto di loro). I post migliori riguardano quelli sui miei viaggi forse perché è li che viene fuori la vera me stessa, forse perché quando viaggio lascio a casa tutto e riesco a vivere a 360% cio che mi capita.  Mi sono riletta e c’è sempre una linea che guida tutto ciò che scrivo la smania di arrivare ad ottenere serenità, gioia, risultati , approvazione….

Vorrei promettervi che da oggi in poi mi prenderò cura del mio blog in modo diverso con piu amore, ma l’unica cosa che posso promettervi è che non smetterò mai di scrivere di me della mia vita e di tutte le persone che mi circondano che la rendono imperfetta ma fottutamente intensa. Le persone che mi fanno del bene ma anche quelle che mi fanno del male.

Ci vuole tutto…quindi mettetevi comodi, preparate pop corn e coca cola che anche se un pò a rilento vi scriverò e spero vi piaccia