14. mar, 2018

Mi corazon

Oltre le mie fiabe ci sono io.

Oltre le mie fiabe c’è Ilaria con le sue paranoie e con un cuore sempre in subbuglio.

Alcune volte credo che l’errore più grande che continuo a fare è quello di leggere fiabe dove viene romanticamente spiegato che l’amore vince su tutto, che l’amore arriva solo se lo sai aspettare.

Io che ho letto troppe fiabe sogno ad occhi aperti l’arrivo di un “ principe azzurro “ tatuato e con le converse ai piedi. Sogno un principe azzurro che invece di rose mi porti al mare a mangiare un panino e bere birra.

Passo il mio tempo a spiegare ai bambini che bisogna bastarsi, che per essere veramente felici bisogna amarsi e cercare la felicità dentro noi stessi, ma infondo io non ci credo sempre a questa teoria. Perché io continuo a sognare qualcuno con cui condividere il divano, la pizza e la vita rimanendo però con i piedi per terra.

Ma questa mattina con la faccia al sole nonostante i pensieri sento di dire a gran voce che NONOSTANTE TUTTO LE FARFALLE NELLO STOMACO POSSO TORNARE ED E’ UNA SENSAZIONE BELLISSIMA.

Vedere che il proprio cuore nonostante le delusioni, nonostante le volte in cui è stato preso in giro,o si è chiuso a riccio  è  in grado di rimettersi in gioco. è una bella sensazione. Il mio cuore sempre pronto a far star bene gli altri e poi lui, il mio cuore che invece alcune volte vede solo Ilaria.

Il mio cuore che grida la voglia di trovar pace ma che forse però ama stare nella tormenta, il mio cuore che sogna così tanto che alcune volte non sa più distinguere la realtà dal sogno. Il mio cuore che si innamora tutti i giorni del mio lavoro e dei bambini con cui passo le giornate, il mio cuore che ama il sole ma anche la pioggia.

Il mio cuore che si rispecchia nel sorriso dei  miei nipoti, il mio cuore che continua dritto nonostante la testa suggerisce di fermarsi.

Il mio cuore che si ferma davanti ad un tramonto e riparte ascoltando la musica.

E cosi con il mio cuore in subbuglio aspetto che passi la tormenta, lascio che le farfalle che avevano spiccato il volo tornino a terra a riposare.

Aspetto paziente seduta in questa strada deserta  altre farfalle, un campari e un abbraccio in punta di piedi.