5. lug, 2017

Odori , profumi , ricordi

Oggi dopo una giornata di lavoro sono tornata a casa e ho fatto la doccia. Ero talmente stanca che invece della crema corpo ( troppo lontana dalla mia traiettoria) ho messo il doposole ( molto più vicono a me).E cosi in un nano secondo sono stata catapultata indietro nel tempo fino ad arrivare all'estate 2002, quando ancora sognavo un marito, una famiglia, i figli, il cane il tutto racchiuso in una casa con il giardino. Io e il mio lui siamo partiti con dei nostri carissimi amici destinazione Sardegna, la nostra prima vacanza!! Ricordo perfettamente ogni minima sensazione provata. Ricordo la prima volta che abbiamo dormito insieme, ricordo lo svegliarsi insieme e lontani da casa, ricordo gli amici, le serate a cena i panini e la carbonara. Ricordo la fila per entrare al bagno, i gavettoni e i turni per lavare i piatti. Ricordo la spensieratezza dei nostri 20 anni  dove tutto ancora poteva succedere, dove speravi che tutto ciò che desideravi si avverasse senza minimamente prendere in considerazione l'idea che qualche sogno poteva rimanere chiuso nel cassetto. E fu  proprio in una sera di quelle giornate sarde che ricordo di aver preso troppo sole e di essere stata costretta ad entrare in una farmacia e comprare questo doposole ignara del fatto che ogni volta che lo avessi messo mi sarei ricordata di quella vacanza.

Ed è esattamaente cosi oggi ne ho avuto la riprova!!!

Sono così cambiata da quel lontano 2002, sono completamente diversa nei pensieri, nei desideri nel modo di relazionarmi così talmente diversa da chiedrmi "chissà quale sono veramente?". Ricordo la fragilità di quel periodo,il mio essere appesa ad un filo che aveva due braccia, due spalle, due gambe e due occhi che non erano i miei. Se ci ripenso provo una tenerezza infinita per quell'Ilaria che  a stento riconosco ma che so per certo che le devo molto perchè grazie a quell'Ilaria cosi fragile oggi sono quella che sono. Una donna indipendente, vagabonda,certa che vorrebbe realizzare alcuni desideri,consapevole della sua forza ma anche delle sue fragilità.Una piccola Ilaria appesa ad un filo che ha due gambe, due braccia, dei tatuaggi, due occhi e  questa volta sono i miei. Una piccola Ilaria che scrive per sentirsi bene e che si sente realizzata quando ,in mezzo a dei bambini, si sente libera di leggere le sue fiabe.

Continuerò a mettere quel doposole e probabilmente tornare indietro nel tempo e lo farò anche solo per apprezzare tutto ciò che oggi a fatica sono diventata.

Ps.... a parte tutto questo doposole della Nivea io lo adoro veramente!!!